domenica 9 marzo 2014

La Stauroteca di papa Pio III nel Museo diocesano di Fermo

Nel Museo diocesano di Fermo è esposta la Stauroteca di papa Pio III d'arte veneziana del XIV secolo, donata alla cattedrale dell'Assunta nel 1503 dal cardinale Francesco Todeschini Piccolomini, poi papa Pio III, allora amministratore apostolico della diocesi di Fermo (1483-1503). 

L’oggetto ha forma di croce greca. Le estremità dei bracci sono trilobati. La teca custodisce la reliquia di un frammento della Croce del Cristo. Nelle estremità dei bracci sono inserite sei miniature, ritagliate da qualche codice medievale. Le pitture raffigurano: la Crocifissione, l'Addolorata e San Giovanni Evangelista. Nel verso riproducono tre angeli dalla testa a forma di leone, toro e aquila, simboli degli evangelisti Marco, Luca e Giovanni. 
L'arcivescovo di Fermo Alessandro Borgia commissionò, nella metà del xviii secolo, la cornice in argento sbalzato dell'oggetto. Il fastigio di quest'ultima è formato da due testine d’angelo che sorreggono una corona, simbolo del Cristo trionfatore sulla morte. Lo stesso presule commissionò anche il  piedistallo dorato (nonché la custodia in cuoio). 

La stauroteca è un reliquiario, perlopiù a forma di croce, che preserva un frammento della Croce sulla quale morì il Cristo.




Nessun commento:

Posta un commento